Palazzo Farnese

Una delle quattro meraviglie di Roma

Palazzo Farnese è uno degli edifici più belli ed importanti di Roma. Anticamente considerato una delle “quattro meraviglie di Roma”, è un gioiello architettonico che custodisce straordinarie opere d’arte.

Commissionato nel 1513 da Alessandro Farnese (1468-1549), futuro papa Paolo III, e terminato nel 1589, fu costruito sotto la direzione di quattro grandi architetti: Sangallo il Giovane, Michelangelo, il Vignola Giacomo Della Porta.

Tra i capolavori di Palazzo Farnese che sarà possibile ammirare nel corso della visita guidata, spicca la celeberrima Galleria Carracci, realizzata tra il 1597 e il 1608 dai fratelli Annibale e Agostino Carracci, esponenti del nuovo classicismo cinquecentesco: una magnifica volta di 20 metri affrescata con soggetti mitologici provenienti dalle Metamorfosi di Ovidio.

Gli affreschi, tra giochi ottici e prospettici, sovrappongono scultura, pittura e architettura, in un trionfo di luce, forme e colori che da oltre quattrocento anni stupiscono e affascinano gli osservatori.

La galleria di Palazzo Farnese, decorata principalmente da Annibale, è considerata ancora oggi il suo capolavoro e costituisce la più perfetta conclusione di un secolo e mezzo d’innovazioni pittoriche in Europa, prima della nascita delle grandi correnti artistiche del Seicento.

Tra gli altri capolavori di Palazzo Farnese, il Salone d’Ercole con arazzi del XVII secolo, i sarcofagi ornati di scene mitologiche e sormontati da sculture di navi da guerra romane, la Galleria di Murano, il Camerino anch’esso meravigliosamente affrescato da Annibale Caracci.

Dal 1874 il Palazzo è sede dell’Ambasciata di Francia e dall’anno successivo anche dell’École française de Rome, istituto di ricerca e biblioteca.

Come Visitare il Palazzo

Palazzo Farnese è visitabile solo con visita guidata, acquistata esclusivamente attraverso questo sito internet: clicca qui

Per maggiori informazioni sulla storia e l’attualità di Palazzo Farnese potete visitare il sito dell’Ambasciata di Francia in Italia cliccando qui e dell’École française de Rome cliccando qui